Vai al contenuto principale

Il Dipartimento aggrega in un’unica struttura diversi settori di ricerca scientifica, accomunati da oggetti di studio e metodi di indagine. Al Dipartimento afferiscono studiosi, le cui attività di ricerca si svolgono nei campi linguistico e filologico-letterario, geografico e storico, archeologico e artistico. Il Dipartimento promuove e coordina le attività scientifiche dell’Ateneo nelle Aree CUN 10 (Scienze dell’antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche) e 11 (Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche) per i settori di pertinenza.

Il Dipartimento è parte integrante del polo umanistico dell’Ateneo perugino e intende promuovere attività di ricerca e di didattica in correlazione con gli altri Dipartimenti del medesimo polo, in primo luogo con il DIPARTIMENTO DI FILOSOFIA, SCIENZE SOCIALI, UMANE E DELLA FORMAZIONE e con il DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE.

Il carattere interdisciplinare del Dipartimento si fonda su comuni interessi scientifici, che comprendono l’età antica e la sua tradizione/ricezione, l’età medievale, moderna e contemporanea, e su comuni metodi di ricerca.

Sono oggetto di studio del Dipartimento sia i fenomeni linguistici, letterari e artistici, sia i contesti storici, geografici e culturali in cui essi si producono e assumono di volta in volta una loro peculiarità.

L’attività di ricerca del Dipartimento è conforme alle linee progettuali codificate in sede europea da ERC (European Research Council) per l’ambito scientifico-disciplinare SSH (Social Sciences and Humanities) ed è tesa a recepire i criteri dei programmi quadro.

Il Dipartimento ha approvato nel Consiglio di Dipartimento del 12 novembre 2014 il Piano Triennale della Ricerca (2015-2017).

Criteri per l'assegnazione dei fondi della ricerca di base, approvati Consiglio di Dipartimento del 21 gennaio 2015 (punto OdG n. 4) 

Decreto del Direttore commissione fondi di ricerca del 5/9/2017

Vai a inizio pagina
Sommario